9:00 - 18:00

Orario Apertura Lun. - Ven.

06.97245236

Italia

0030 210 3838252

Grecia

Facebook

 

Linkedin

 

 

 

Green Pass e mense aziendali

Studio Bottini > Approfondimenti  > Green Pass e mense aziendali

Green Pass e mense aziendali

a

Lo scorso 14 agosto 2021 nel Sito del Governo all’interno della sezione dedicata alle F.A.Q. (Frequently Asked Questions) è stato specificato come per la consumazione al tavolo nelle mense aziendali o in tutti i locali adibiti alla somministrazione di servizi di ristorazione ai dipendenti pubblici e privati è necessario esibire la certificazione verde COVID-19.

Come specificato dallo stesso Esecutivo, nell’interpretare la disposizione recata dalla lettera a) del nuovo articolo 9-bis del DL 52/2021, il documento fa espresso riferimento ai luoghi della “mensa aziendale” e dei “locali adibiti alla somministrazione di servizi di ristorazione ai dipendenti”. Il presupposto per l’applicazione dell’obbligo è la presenza sia di un formale, seppur ampiamente concepito, servizio di ristorazione, sia di un gestore titolato al controllo.

In mancanza di tali parametri, così come nell’ipotesi di consumazione non al tavolo o non al chiuso o nella semplice presenza di un refettorio (adibito al consumo di pasti non somministrati dal datore di lavoro, né direttamente né tramite servizio di mensa), sembra mancare il presupposto per l’applicazione dell’obbligo di green pass.

Tuttavia, va ricordato che il Protocollo prevede regole rigide per quanto riguarda la compresenza negli spazi comuni, imponendo comunque sempre l’uso della mascherina. Il che sembra escludere – eccezion fatta per le ipotesi in cui ricorra una situazione di “isolamento” – la possibilità di consumare pasti in compresenza ed in locali comuni.

A tal fine, il controllo del possesso della certificazione verde COVID-19 dovrà essere esercitato con le modalità indicate dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 17 giugno 2021 ovvero:

mediante la lettura del codice a barre bidimensionale (QR Code), utilizzando esclusivamente l’applicazione mobile, denominata VerificaC19, che consente di controllare l’autenticità, la validità e l’integrità della certificazione, e di conoscere le generalità dell’intestatario. Per la lettura occorre scaricare un’apposita app in funzione del sistema usato dei propri dispositivi smartphone o tablet (IOS o ANDROID).

La disciplina dal lato delle imprese.

Per la designazione degli addetti alla verifica dei Green Pass occorrerà:

stendere le istruzioni sulle operazioni di verifica e consegnarle agli incaricati.

indicare come gestire eventuali situazioni di conflitto con gli interessati.

Poiché i titolari possono delegare l’attività materiale di controllo dei pass a propri soggetti autorizzati, occorre che sia redatta specifica delega nominativa in quanto l’articolo 13, comma 3, del DPCM 17 giugno 2021, prescrive che i soggetti delegati alle operazioni di controllo devono essere incaricati con un atto formale, quindi di un atto riportante in maniera precisa l’oggetto della delega: attività di verifica delle certificazioni verdi Covid-19 emesse dalla Piattaforma Nazionale-Dgc.

 

Prof. Fabrizio Bottini